Apri un dialogo nuovo

  1. Valeria
  2. Psicologia
  3. Martedì, 07 Aprile 2020
Buongiorno. Ho recente acquisito la consapevolezza di numerose paure, quali: sensazione di panico e disorientamento in casi in cui ci sia un forte vento, forte pioggia e velocità assordante quando mi trovo in macchina.
Sono stata recentemente vittima di un incidente stradale, investita da un moto in una serata eccessivamente piovosa, conseguentemente ho subito un intervento chirurgico.
Da allora vivo numerose e assordanti paure quotidiane, che non mi fanno trascorrere le giornate in maniera serena.
Sono passati quattro mesi dal mio incidente, non ho ancora iniziato un percorso di terapia. Temo che questo trascorso possa sfociare in un Disturbo Post Traumatico da Stress.
Saluti.
Campi Personalizzati
24
Risposta accettata Pending Moderation
Gentile Valeria,
grazie del Suo messaggio.
Secondo il DSM 5 (il manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, generalmente utilizzato come principale punto di riferimento per le diagnosi), si può parlare di Disturbo Post Traumatico da Stress quando, dopo aver vissuto un grave evento traumatico si sviluppano in modo duraturo (per più di un mese dopo l’evento) tre diverse categorie di sintomi: intrusività (disturbi, immagini o pensieri riferiti all’evento traumatico che emergono involontariamente e ripetutamente), evitamento (la persona vuole evitare cose, persone, luoghi e situazioni in qualche modo legate all’evento) e iperattivazione (una costante agitazione e irritabilità, che può rendere per esempio difficile addormentarsi o anche concentrarsi su qualcosa).
Nel Suo caso ha sicuramente vissuto un evento potenzialmente traumatico e ha una sintomatologia (numerose e assordanti paure quotidiane) che interferisce sulla Sua vita quotidiana da un periodo di tempo significativo (quattro mesi) dopo l’incidente.
Il nostro cervello normalmente è in grado di digerire, elaborare e connettere una grandissima quantità di esperienze e informazioni, quando però accade un evento che viene percepito come una potenziale minaccia per la vita (come essere investita da una moto in una serata piovosa) il cervello entra in una modalità di sopravvivenza, in cui si concentra solo su ciò che è essenziale e tralascia tutto il resto: per questo i diversi aspetti dell’esperienza relativa all’incidente (come immagini, suoni, odori, pensieri e sensazioni fisiche) possono rimanere immagazzinati in modo frammentario e disconnesso uno dall’altro dentro di noi, senza che possano essere stati integrati o elaborati come accade con i ricordi normali. Questi frammenti rimangono bloccati e congelati in un eterno presente e si possono riattivare molto facilmente con stimoli esterni in qualche modo simili (come il vento, la pioggia e la velocità di cui parla Lei).
L’Organizzazione Mondiale della Sanità dal 2013 indica come uno strumento particolarmente efficace per la cura del trauma l’ EMDR, una moderna tecnica di psicoterapia basata sulle più recenti scoperte delle neuroscienze rispetto al funzionamento del nostro cervello. Con l’EMDR lo psicoterapeuta, dopo aver raccolto insieme al paziente alcune informazioni fondamentali sulla sua storia di vita, riporta il cervello del paziente al momento dell’incidente e gli permette, in un contesto di sicurezza, di completare il naturale processo di elaborazione ed integrazione che il cervello non ha potuto portare a termine nel momento in cui è avvenuto il trauma. E’ una tecnica molto ecologica perché consiste semplicemente nel creare il contesto ideale perché il cervello possa innescare un processo di autoguarigione che si attiva spontaneamente in condizioni normali. Questo tipo di psicoterapia inoltre, integrando insieme aspetti somatici (corporei), emotivi e cognitivi, risulta particolarmente rapida ed efficace nell’elaborazione dei ricordi traumatici e nella risoluzione dei sintomi ad essi connessi.
In Italia lavorano attualmente, nel pubblico e nel privato, più di 7000 psicoterapeuti formati in EMDR. In questo periodo così particolare, oltre a svolgere tantissima attività sull’emergenza specifica del coronavirus a livello umanitario e gratuito (in collaborazione con ASL, ospedali e realtà locali), molti terapeuti offrono la possibilità di effettuare sedute di psicoterapia anche tramite videochiamate a distanze (su Skype o piattaforme simili). Le consiglio di iniziare ad individuare uno psicoterapeuta EMDR vicino a Lei e contattarlo, in modo da poterlo incontrare, magari inizialmente virtualmente e poi di persona, per avere l’aiuto che Le serve per poter tornare a vivere in tempi rapidi una vita completamente serena.
In bocca al lupo!
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Valeria
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 120 seduta singola
€ 180 seduta di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos