Apri un dialogo nuovo

  1. Laura
  2. Psicologia
  3. Sabato, 06 Luglio 2019
Io ed il mio ragazzo stiamo insieme da quasi un anno, ma nell’ultimo periodo le cose sono incominciate ad andare un po’ diversamente da come andavano all’inizio… i primi mesi eravamo molto affiatati, si notava il suo interesse e mi dava tante certezze, insomma, stavamo molto bene insieme, sia da soli che in compagnia. Negli ultimi mesi però ho notato questa sorta di freddezza, di distacco che lui però smentisce sempre dicendomi che sono solo mie impressioni e che va tutto com’è sempre andato… queste mie sensazioni però hanno incominciato ad approfondirsi quando abbiamo ripreso ad uscire con il nostro gruppo di amici, anche se ammetto che vorrei passare più tempo con lui, magari in intimità o semplicemente insieme senza ulteriori persone, ma lui sente la necessità di vedere, sentire e stare sempre con loro. Ho molta paura che questa relazione possa finire a causa di questo suo distacco, non ho proprio idea di cosa fare… il mio è un amore molto forte, ma ho paura che non sia più così per lui.
Campi Personalizzati
18
Risposta accettata Pending Moderation
Buongiorno Laura, grazie del Suo messaggio.
In questa situazione, come in tutte le relazioni, ci sono cose che non dipendono da Lei e sono fuori dal Suo controllo (se no si cade in un delirio di onnipotenza) e altre su cui invece Lei può influire significativamente (e in questo ci può essere una assunzione di responsabilità).
In questo senso mi sento di darle alcune indicazioni.
Ciascuno di noi ha bisogno di libertà e questo bisogno di libertà spesso è sentito in modo ancora più intenso nell’uomo rispetto che nella donna (che di frequente percepisce anche un forte bisogno di protezione). Se Lei cerca di controllarlo o di impedire che si veda con i Suoi amici, che evidentemente rappresentano per lui in questo momento una “linfa vitale” irrinunciabile, probabilmente lo perderà.
Lei conclude la Sua lettera con la frase “ho paura…”: la paura porta spesso al controllo e il controllo finisce per allontanare l’altra persona, il detto ironico (che contiene un pizzico di verità) “se ami una persona perdutamente la perderai” nasce a mio parere da questo rischio concreto di tentare di controllare invece che imparare a tollerare l’incertezza.
L’amore e la passione possono essere solo spontanei: più chiede al Suo ragazzo di sforzarsi di essere “caldo” e affettuoso, più probabilmente otterrà l’effetto opposto di raffreddarlo ulteriormente, impedendogli di percepire un genuino trasporto verso di Lei.
La passione è basata sul desiderio e il desiderio è fondato sul poter sperimentare la mancanza. La passione non è mai fondata sul senso di dovere e sul senso di colpa: non gli faccia pesare se in alcuni momenti ha più voglia di stare con i suoi amici che con Lei, ma al contrario crei uno spazio e un’assenza in cui possa essere lui a desiderarla.
Come dice Anthony Robbins, scambi il giudizio con l’apprezzamento e la Sua relazione cambierà totalmente: concentri cioè volontariamente la Sua attenzione su ciò di positivo che il Suo ragazzo già fa e glielo sottolinei e riconosca (questo rinforzerà il comportamento desiderato facendo sì che tenda a ripeterlo e gli farà sperimentare sensazioni positive nello stare con Lei), invece che concentrarsi (come spesso avviene spontaneamente) su ciò che manca per rinfacciarlo e criticarlo (il modo migliore per “uccidere” la Vostra relazione facendogli sperimentare pesantezza e tensione quando sta con Lei).
Infine coltivi anche Lei le Sue passioni e amicizie in modo da risultare una persona serena, allegra, forte e attraente a prescindere dalla relazione con il Suo ragazzo.
Se farà tutto ciò, creerà un terreno super fertile per il proseguire e crescere della Vostra relazione e… se son rose fioriranno!
In bocca al lupo!
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 120 seduta singola
€ 180 seduta di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos