Apri un dialogo nuovo

  1. e-mail
  2. Psicologia
  3. Martedì, 16 Aprile 2013
Egregio Dottore,
sono una donna di 48 anni, felicemente sposata e con una figlia meravigliosa di 21 anni. Nelle attività lavorative che svolgo ho ruoli nei quali non mi capita mai di essere subalterna ad altri. Mi impegno molto e sono ritenuta brava e capace. Forse un po’ troppo esigente. Mio marito è una persona forte ma anche molto gentile, che rifiuta comportamenti aggressivi. Io non sono quindi solita ad essere "presa in giro"o "rimproverata". Amo molto vivere in ambienti sereni, in cui non ci si debba per forza difendere. Devo dire che però sono molto, troppo, incline a prendermela se qualcuno non mi tratta come vorrei. Non riesco mai a leggere eventuale ironia, simpatica e amorevole, nelle parole degli altri che mi riguardano! Forse ho particolari problemi di rapporti con gli uomini. In particolare mio padre e mio fratello sono convinta che spesso siano scortesi e sgarbati con me, quasi a sottolineare che non amino la mia compagnia. In verità da sempre mio padre ha questo atteggiamento duro "dice quello che pensa": mia sorella però non se la prende affatto. Io temo che il suo modo di fare mi abbia da sempre disturbato molto e mi abbia preparata ad essere così reattiva e spigolosa anche con gli altri. Io sto bene solo in casa mia, con mio marito. Non amo più avere rapporti con il prossimo poiché, dopo le uscite e gli incontri con altri, io vivo di sensi di colpa e di continui attacchi di astio: “Perché mi ha detto così? Forse non avrei dovuto comportarmi in quel modo! Mi prendono in giro, mi credono una scema se mi hanno detto questo!!!” Insomma....anche mio marito si sta preoccupando. Purtroppo tendo a dare molta confidenza e ad essere particolarmente in primo piano, questo fa sì che spesso le persone credano di poter... non so cosa! Non sono mai stata molto ospitale, ma ultimamente... se entra qualcuno poi lavo per terra (per via delle scarpe), odio che mettano sul tavolo la borsa appoggiata prima chissà dove, ecc. Quindi… non invito più. Mia figlia lo fa...ed io accetto in silenzio. Mio marito è uno sportivo a livelli professionistici e quindi ha una sua vita sociale con sue amicizie esterne. Non creda comunque che lui mi sopporti: davvero noi stiamo bene insieme, ma mi vorrebbe meno sofferente e... più elastica. Io spesso soffro davvero molto. Come posso fare?

Anna (48 anni)
Dott. Claudio Sessa Vitali Risposta accettata Pending Moderation
Gentile Anna,

grazie della Sua mail e di aver voluto condividere con me questo momento della Sua vita. Lei sembra una donna molto realizzata: è felicemente sposata, ha una figlia meravigliosa e un lavoro di responsabilità in cui viene apprezzata. Ultimamente però si offende facilmente, è particolarmente infastidita dalle opinioni e dai comportamenti degli altri, quindi pian piano sta rinunciando alla Sua vita sociale e naturalmente ne soffre.
Lei scrive “non amo più avere rapporti con il prossimo”, questo significa che non è sempre stato così e io mi chiedo da quando ciò è iniziato a succedere. Cosa è cambiato rispetto a prima? Mi pare che Lei ora stia attraversando un periodo particolare su diversi fronti: si avvicinano i 50 anni, un'età che per la donna corrisponde biologicamente ad importanti cambiamenti fisici e quindi anche psicologici; la Sua figlia meravigliosa, a 21 anni, è probabilmente sempre più indipendente e investe maggiormente in relazioni all’esterno della famiglia; Suo marito come sportivo professionista mantiene una buona forma fisica e ha una propria vita sociale con amicizie esterne; la Sua famiglia di origine non sembra in questo momento offrirle un valido rifugio e sostegno. E’ comprensibile che Lei in questo momento possa sentirsi più fragile e quindi con maggiore necessità di difendersi dall’esterno. Con gli altri sembra avere ora infatti un rapporto un po’ ambivalente: da un lato li rifugge perché ne teme i giudizi, dall’altro tende a dare “molta confidenza”, forse per essere rassicurata sul permanere del Suo “fascino femminile”. A mio parere è giusto che Lei adesso si concentri per prima cosa sulla Vostra bella vita di coppia, ma è importante che non si chiuda solo in essa, perché a lungo andare arrischierebbe di avvelenare proprio la Sua maggiore fonte di benessere. Credo sia necessario trovare ora un nuovo equilibrio nella Sua vita, in cui, partendo da una maggior consapevolezza dei traguardi già raggiunti, possa tornare a guardare al futuro con maggior serenità ed allegria. Per fare questo credo che alcuni colloqui con uno psicologo potrebbero esserle di aiuto: sarebbe l’occasione di potersi confrontare con un punto di vista esterno che l’aiuti a riscoprire tutte le risorse di cui Lei già certamente dispone.

In bocca al lupo per potersi godere appieno anche questa nuova fase della Sua vita
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 100 incontro individuale
€ 150 incontro di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos