Apri un dialogo nuovo

  1. e-mail
  2. Psicologia
  3. Martedì, 16 Aprile 2013
Gentile Dottore,
Le scrivo perché non so più che fare. Sono in crisi con il mio ragazzo: i miei non lo vogliono più vedere e tanto meno parlargli, lo stesso lui nei loro confronti. Abbiamo 28 anni e sono 3 anni che stiamo insieme, ma ci conosciamo dalle superiori. Tutto nasce dal fatto che da quando stiamo insieme lui non ha mai messo da parte un centesimo, lo so che oggi è difficile farlo, ma non si può avere un futuro se non si inizia mai! Lui ha detto per l'ennesima volta che se io non vado a lavorare lui non mi sposa e non riesce a farmi l'anello, così i miei sono esplosi di nuovo (perché già 2 anni fa era successo poi sembrava tutto ok)!! Lui ha avuto sempre difficoltà nel trovare lavoro e quando lo trova non dura, ma non per colpa sua: oggi fanno solo contratti 4/6 mesi, poi ti mandano via. Lo so che devo lavorare pure io, perché oggi con uno stipendio non si vive, ma finora non ho trovato niente di serio! Io pensavo che lui dava pure i soldi ai suoi per campare, ma lui mi ha spiegato che sono solo i soldi che i suoi gli hanno anticipato per la rata della macchina (sui 210 euro) e il resto, dico io (e dicono pure i miei), dove va a finire? Sembra abbia solo i soldi per comperare le sigarette, altra nota dolente, perché i miei dicono “per le sigarette ha i soldi e per l'anello no” e loro hanno ragione, non posso dar loro torto! Io mi aspettavo che i suoi genitori telefonassero a casa mia e chiedessero di vedere me e i miei, per parlare e per cercare di risolvere il tutto, ma se ne fregano, a quel che vedo!! I miei vogliono che lo lasci! Che devo fare? Sono disperata! Non posso ignorare quello che provo per il mio ragazzo, è un sentimento troppo forte, non pensavo mai si potesse amare così! Ho anche paura che lui si stufi di me… Pensi, non avremmo neanche il problema della casa: ce ne sarebbe una dei miei, ma con questa situazione ce la scordiamo, visto i sacrifici che loro hanno fatto per comprarla! Ora vorrei parlare io con i miei suoceri, sempre che vogliano, non obbligo nessuno, ma non so se è la soluzione giusta…
La ringrazio per l'attenzione

Fragolina (28 anni)
Dott. Claudio Sessa Vitali Risposta accettata Pending Moderation
Gentile Fragolina,

grazie della Sua mail.
Mi sembra che i Suoi genitori fondamentalmente si preoccupino per il Suo bene: probabilmente desiderano il meglio per Lei e per questo temono che il Suo ragazzo non Le voglia abbastanza bene (“per le sigarette ha i soldi e per l’anello no”) o che non possa offrirle la sicurezza e stabilità necessaria (“non ha mai messo da parte un centesimo” e “il suo stipendio dove va a finire?”). Queste preoccupazioni dei Suoi genitori sono legittime: in forma e misura diverse sono presenti nella maggior parte delle famiglie e potrebbero anche essere viste come un modo attraverso cui esprimono l’affetto che provano per la loro “bambina”.
Se Lei e il Suo ragazzo vi amate veramente, non credo però dobbiate arrendervi di fronte a queste difficoltà, ma rimboccarvi le maniche per trovare insieme una soluzione. Se gli ostacoli oggi sono soprattutto sul piano economico, potreste da un lato cercare di sostenervi a vicenda nella ricerca di un lavoro dignitoso per entrambi, dall’altro pianificare come poter metter via qualche risparmio, insieme e gradualmente (per esempio provando a risparmiare i soldi che normalmente avreste speso per mangiare una pizza o andare al cinema). Su queste basi sarà poi molto più facile convincere i rispettivi genitori di quanto ci tenete l’uno all’altro e che siete in grado di costruire le basi per una bella vita insieme. Sempre che non vi stufiate prima…
Albert Einsten diceva “Non tutto ciò che può essere contato conta... e non tutto ciò che conta può essere contato”, io aggiungerei che per una felice vita di coppia è molto importante che voi possiate contare l’uno sull’altro.

In bocca al lupo
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
e-mail Risposta accettata Pending Moderation
Salve Dottore,

grazie per la Sua risposta. So che ha tante e-mail da leggere, ma la situazione non cambia: il mio ragazzo è una testa dura e non mi vuole sposare, non capisce o peggio fa finta. Gli ho chiesto di poter parlare con sua madre, ma niente! Peccato, dico io, un'occasione persa: qui qualcuno deve parlare con qualcuno! Pensi che abbiamo anche la casa, è solo da risistemare ed oggi è una manna dal cielo, è dei miei ma con la situazione in corso ce la scordiamo… o ci sposiamo o niente, visto i sacrifici che i miei genitori hanno fatto per acquistarla! Il mio ragazzo ha un fratello che lui sì ha cervello: si è sempre messo da parte i soldi, godendosi la vita per carità, ora aspetta una figlia e si è da poco sposato in comune e a maggio in chiesa. Possibile che i genitori abbiano educato in modo così diverso i loro due figli? Lui vive ora con la moglie in un'altra regione e quindi non lo si vede spesso, ma quando si parla di lui a loro madre, a lei si allarga il cuore, mentre per il mio ragazzo non vedo la stessa enfasi… Il succo di tutto questo sta nel fatto che non capisco perché i suoi non si sono mai preoccupati di aiutarlo dicendogli "ora ti sei fidanzato, devi mettere la testa a posto, devi fare questo e quello, ecc..." Boh, non so più che pensare e cosa fare! Il mio ragazzo come Le ripeto è un testone! Grazie per l'attenzione.

Fragolina (28 anni)
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 2
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 100 incontro individuale
€ 150 incontro di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos