Apri un dialogo nuovo

  1. Alice
  2. Psicologia
  3. Mercoledì, 06 Dicembre 2017
Buonasera, sono una ragazza di 16 anni che si è fidanzata da un mese con un ragazzo di 13. Lui è chiuso, un po' scontroso, bravissimo a nascondere i suoi sentimenti, ha una situazione familiare complicata e non ha tantissimi amici.
La nostra storia è segreta, tutti i nostri amici e parenti non ne sanno nulla, quindi ci vediamo solo alcuni minuti dopo scuola e ci sentiamo, ma non tantissimo, su Whatsapp.
Siamo entrambi molto impegnati e le nostre famiglie vogliono sempre sapere con chi usciamo e dove andiamo. Inoltre lui è un amante degli scherzi: un giorno, mentre tornavamo da scuola, ha finto di essersi offeso per una cosa che gli avevo detto, mi ha detto che mi lasciava e mi aveva anche bloccata. Io l'ho cercato dal numero di mio padre, gli ho chiesto scusa, di darmi una seconda possibilità e gli ho chiesto: "Che motivo avevo di dire questa cosa?" E lui: "Nessuno, infatti era uno scherzo" e ha attaccato a ridere. Quest'estate aveva fatto un grosso scherzo a mia sorella, perciò mi è venuto il dubbio che anche il fatto di piacergli fosse uno scherzo e gliel'ho detto, gli ho chiesto se lui mi volesse bene davvero, considerato che non me lo dice mai, gli ho chiesto se la relazione fosse segreta perché si vergognava di me, etc.. Lui era sorpreso da questi problemi (di cui sicuramente non si era accorto) e mi ha detto: "Perché dici così? Lo sai che ti voglio bene e che non mi vergogno di stare con te. Mia madre e mia sorella insistono molto sull'argomento fidanzata, per questo non gli ho detto nulla. E se non gli dico con chi esco non mi fanno uscire". Ho scoperto poi che in classe lo prendono in giro, dicendogli cose come: "sei grasso e puzzi". E’ per questo spesso di malumore e tratta male tutti. Ho capito che quando è con me è più gentile e allegro rispetto a quando è con gli altri e sono da una parte intenerita ma dall'altra sono intristita per questa sua abitudine di nascondere ciò che gli accade di brutto. Vorrei che si aprisse di più con me, anche perché ci sono ancora molte cose che non so di lui. Poi dà la nostra relazione quasi per scontata, perché sa che gli voglio bene e non ha bisogno di costanti conferme, si fida e basta. E in questo un po' lo invidio, perché io ho bisogno di parlargli almeno una volta al giorno, ho bisogno che mi dica che ci tiene a me e sogno almeno un suo abbraccio. L'anno prossimo lui inizierà la scuola superiore e io forse passerò 6 mesi o un anno all'estero, per un scambio interculturale. Già la nostra relazione non è solidissima, in più se io non ci sarò nel primo periodo della sua "nuova vita" cosa potrà accadere? Come se non bastasse quasi tutti i miei amici maschi una volta entrati alle superiori hanno mutato drasticamente carattere e personalità (di solito in peggio), come posso io non temere che succeda anche a lui? Infine: devo aspettare che lui cresca e che i tempi maturino per portare avanti questa relazione o stroncarla ora, anche se lui mi piace ancora da morire?
Campi Personalizzati
16
Risposta accettata Pending Moderation
Carissima Alice,

grazie per la tua lettera che è ricca di tante emozioni.
Tre parole in particolare che hai scritto mi hanno molto colpita: scherzo, vergogna e conferma.
Molto di quello che hai scritto attraversa e accomuna le storie d’amore di ogni giorno: all’inizio è il desiderio di stare con l’altro, di conoscerlo, di scoprirlo che ci guida, anche un po’ nascondendosi, tenendo segreta la relazione; poi a volte scopriamo anche qualcosa che non ci piace e che non ci convince nell’altro, proviamo ad accettarlo oppure ci confrontiamo con esso.
È un lavoro di mediazione continua tra quello che desideriamo profondamente e quello scopriamo e troviamo nell’altro.
In questo giovane ragazzo che hai da poco conosciuto mi sembra di capire che ci vedi qualcosa di buono e di bello per te, ma allo stesso tempo fatichi ad accettare alcuni aspetti del suo carattere e dei suoi comportamenti. Se poi pensi al futuro, è difficile riuscire a proiettarsi in esso senza averne paura e preoccuparsene.
Fossi in te mi fermerei un attimo; mi chiederei davvero quanto questo ragazzo ti piaccia, quanto sei disposta a rischiare di te e se lo desideri davvero.
Se in te dovessi ritrovare un qualcosa che ti porta a decidere di rischiare, sappi che si può sempre cambiare idea, provare a parlare e a confrontarti in qualche modo con lui. Nel momento in cui dovessi sentire che lo scherzo è diventato troppo pesante, che il senso di vergogna è troppo opprimente o il bisogno di conferma troppo invadente, allora potrai scegliere anche di non stare più in una relazione di tal genere.
E’ molto importante riuscire a guardarsi dentro e percepire le proprie emozioni, per decidere se può valere la pena di condividerle con un’altra persona oppure no.

In bocca al lupo!
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 100 incontro individuale
€ 150 incontro di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos