Apri un dialogo nuovo

  1. e-mail
  2. Psicologia
  3. Lunedì, 15 Aprile 2013
Buonasera,

sono una donna di 52 anni, sposata da 27. I miei problemi sono cominciati dal primo giorno del mio matrimonio perché si doveva fare tutto quello che diceva mio marito. Per me la mia famiglia non doveva esistere mentre io dovevo condividere tutto con la sua. Insomma, non sto qui ha raccontare tutto perché ci vorrebbero giorni interi, vado subito al punto per me più grave e che mi fa soffrire tantissimo: mio figlio, fin da piccolino, mi dice parolacce brutte, nonostante gli dicessi si a tutto: non capisco questo suo comportamento, ma la cosa più grave é che mio marito non faceva niente per impedirlo, man mano che é cresciuto la cosa e peggiorata perché ora mi fa violenza, sembra lui il padrone di me stessa, e anche oggi, che ha 27 anni, il padre non gli dice niente . Ora voglio che mi aiutate perché io soffro di depressione e da 15 giorni che sono a letto e prendo farmaci, loro nemmeno mi considerano perché il litigio io ce lo ho con mio figlio, però dopo di conseguenza me la prendo con mio marito perché né mi rispetta lui né mi fa rispettare dagli altri. Vi prego di aiutarmi a capire la decisione che devo prendere perché mi spaventa ritornare alla vita quotidiana e che fra 15 giorni possa succedere di nuovo qualcos’altro. Rispondetemi subito e se avete dei dubbi, se avete bisogno di farmi altre domande, sarò felice di rispondervi, perché capisco e serve per il mio futuro. Grazie

Maria (52 anni)
Dott. Claudio Sessa Vitali Risposta accettata Pending Moderation
Gentile Maria,

grazie della Sua mail in cui traspare tutta la Sua sofferenza in questa difficile situazione.

Io vedo spesso nel mio studio coppie di genitori alle prese con il problema dell’educazione dei figli. I modi per crescere i propri figli sono molti e non credo ce ne sia uno in assoluto migliore degli altri: è una scelta molto personale della coppia genitoriale, che dipende dai valori e dalle convinzioni personali, dal carattere di ciascuno dei coniugi e anche dalle proprie tradizioni familiari di provenienza. L’aspetto per me essenziale è che i genitori riescano, pur partendo magari da posizioni differenti, a trovare una linea educativa quanto più possibile comune, condivisa e coerente. A mio parere, quindi, non importa tanto che i genitori decidano di educare i loro figli in modo molto permissivo o al contrario molto severo, quanto che i genitori si sostengano a vicenda e si eviti una situazione in cui un genitore non permette niente e l’altro concede tutto: in questi casi può nascere uno squilibrio in cui si sviluppano conflitti e sofferenza.

Nel Suo caso mi sembra che Lei e Suo marito non riusciate a trovare un sostegno reciproco e una linea educativa comune su cosa è permesso o meno a Vostro figlio: da una parte si trovano quindi schierati gli “uomini” di casa e dall’altro c’è Lei, che si sente sola ed attaccata, senza nessun alleato che La sostenga. In questa situazione la cosa migliore sarebbe cercare di trovare con Suo marito un nuovo equilibrio di coppia, magari facendosi aiutare insieme da uno psicologo. Qualora Suo marito non sia disponibile, cerchi comunque un aiuto psicologico per Lei, in cui poter riflettere se desidera ancora provare ad investire su questa relazione e in che modo è possibile farlo o se, al contrario, ritiene necessario per il Suo benessere poter pensare ad una eventuale separazione. Questa mail può essere un primo passo, ma poche righe scritte non possono certo sostituire un percorso psicologico personale o di coppia…

Cordiali saluti con affetto
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 100 incontro individuale
€ 150 incontro di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos