Apri un dialogo nuovo

  1. e-mail
  2. Sherlock Holmes
  3. Psicologia
  4. Lunedì, 15 Aprile 2013
Salve Dottore,

la mia situazione e' questa: da circa 7 anni ho un'amicizia bellissima, ho un'amica alla quale voglio un bene infinito, insieme facciamo tantissime cose (viviamo insieme all'estero, viaggiamo, usciamo ecc). Siamo talmente legate che ci credono lesbiche (specie nella mia famiglia). E il dubbio mi e' venuto in quanto ho un strano rapporto coi ragazzi (non ne ho mai avuto uno e neanche lei, ma credo a causa mia, che sono un po' morbosa), ma nonostante ciò non sono per niente attratta fisicamente da lei. Tuttavia se penso ad un futuro con lei mi sento serena, ho il terrore che si fidanzi (sono certa che ne morirei) e mi chiedo cosa ci sarebbe di male se vivessimo assieme e continuassimo a divertirci senza avere una famiglia (anche se in realtà a volte penso mi piacerebbe costruirmela). Sinceramente vorrei riuscire a capire se davvero sono gay o no (so che nessuno meglio di me può saperlo, ma non riesco proprio a capirlo). Mi piace la bellezza femminile (anche perché mi vorrei completamente diversa), ma all'idea di avere un rapporto con una donna mi vengono i brividi. Come faccio a capire meglio cosa voglio? E soprattutto posso cercare di togliermi dalla testa che se non sto con lei quasi ogni giorno muoio?

Grazie mille

Ilena (29 anni)
Risposta accettata Pending Moderation
Gentile Ilena,

dalle Sue parole è evidente come Lei stia vivendo un’amicizia bellissima e molto intensa, che non vuole perdere. Per poter ascoltare serenamente quanto sente dentro di Lei e vivere pienamente la Sua vita credo sia necessario innanzitutto liberarsi da due paure.
La prima paura che traspare è quella di potersi scoprire lesbica. Il timore è comprensibile, perché questa scelta ancora oggi nella nostra cultura obbliga a confrontarsi, almeno inizialmente, con pregiudizi e diffidenza, in un modo un po’ simile a quanto avveniva in passato nei confronti di chi era mancino: la società cercava a tutti i costi di cambiarlo, correggendo il “difetto” per renderlo “normale” o tendendo ad emarginalo in quanto “diverso”. Nonostante queste difficoltà, scoprire e rispettare la propria indole è sicuramente il modo migliore per vivere un’esistenza piena ed arricchente: conosco persone mancine particolarmente brillanti sul lavoro e coppie omosessuali molto felici, non posso dire lo stesso per persone che non si sono mai sapute accettare così come erano. E’ un po’ quello che ci insegna la fiaba del brutto anatroccolo: finché lui cercava di essere un’anatra a tutti i costi si sentiva brutto e infelice, nel momento in cui ha scoperto ed accettato di essere un cigno la sua vita ha preso il volo.
C’è però anche una seconda paura che traspare dalle Sue parole ed è importante superare: è quella che se Lei o la Sua amica vivrete una relazione di coppia eterosessuale, questo distruggerà la Vostra amicizia. Io credo che se Voi volete che la Vostra bella amicizia rimanga solida e stabile nel tempo dovrete aver cura che essa sappia trasformarsi, aprendosi all’esterno e sapendosi adattare alle diverse circostanze della vita. Se la Vostra relazione è troppo rigida e possessiva rischia di assomigliare ad un vaso di cristallo: apparentemente difficile da scalfire, ma in realtà molto fragile, al punto da poter andare in frantumi al primo colpo. I grattacieli antisismici in Giappone sembra invece che resistano bene anche a terremoti molto violenti: il loro segreto è che sono flessibili e sanno piegarsi ai movimenti e alle oscillazioni senza spezzarsi.
Penso che solo se saprà vincere entrambe queste paure potrà vivere liberamente e pienamente la Sua vita, in qualunque direzione essa La porti.

In bocca al lupo
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 100 incontro individuale
€ 150 incontro di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos