Apri un dialogo nuovo

  1. marina
  2. Psicologia
  3. Domenica, 30 Agosto 2015
Buona sera, da un mese mi sono lasciata con un ragazzo. E’ stata una relazione di due anni con alti e bassi, ma che comunque è andata avanti. La decisione di chiuderla è stata diciamo “comune” anche se da parte mia avevo delle incertezze, ma in quel momento sentivo che stavo facendo una cosa giusta.
Ci sono sempre stati litigi tra noi e credo che lui sia arrivato al limite della sua pazienza lasciandosi tutto alle spalle e chiudendo questa storia. Anche se lo ha fatto in un modo sbagliato, trattandomi peggio di un cane e dicendomi bugie. Poi io gli ho scritto che avrei lottato per lui e non accettavo che questa storia finisse così. Lui è stato così cattivo con me, anche se qualche giorno prima che finisse lui si comportava da ragazzo geloso, pur rimanendo sempre molto freddo, tanto da non voler neanche un contatto fisico con me.
Sono passate alcune settimane e ci siamo incontrati per caso, ognuno con la propria comitiva, in un locale. Io non ho avuto il coraggio neanche di guardarlo, mentre al contrario lui mi guardava assiduamente, mi guardava e basta, senza scambiare neanche una parola o un cenno. Io ora non so cosa pensare… E’ possibile che mi abbia già dimenticata in questo breve arco di tempo?
Da parte mia mi sento colpevole perché se avessi evitato di litigare ogni volta per motivi banali, forse ora staremmo insieme… Boh, chi lo sa! Però è anche vero che si poteva sistemare tutto mettendoci un po’ di buona volontà, cosa che lui non ha fatto. Anzi ha scelto di chiudere tutto per vivere più tranquillamente. Io mi faccio tante di quelle paranoie, ma forse alla fine doveva andare così. Eravamo tanto diversi caratterialmente da litigare ogni volta e da star male.
Ora Le chiedo cosa posso fare per andare avanti, perché ogni volta mi viene in mente lui ed è bruttissimo. Ci sto molto male e io non so come lui stia adesso. Io voglio solo non pensare più a lui e smettere di soffrire. Inoltre appena rotto mi sono vista con altri due ragazzi e in quel momento a lui non pensavo proprio. E’ possibile? Sarà che sta svanendo l'amore che provavo o è unicamente la paura di essere rimasta sola senza una persona che si prenda cura di me? Non saprei…
Campi Personalizzati
18
Risposta accettata Pending Moderation
Gentile Marina,
grazie del Suo messaggio, che ho letto con molta attenzione. Condivido con Lei a caldo le impressioni che suscitano in me le Sue parole, correndo sicuramente il rischio di sbagliare, ma con il desiderio di provare a fornirle qualche spunto di riflessione utile.
Innanzitutto mi sembra, da quanto scrive, che la Vostra storia fosse probabilmente destinata a finire in ogni caso ed è possibile che, se fosse proseguita oltre un certo punto, l’avrebbe chiusa Lei stessa… e senza tanti rimpianti.
Mi pare infatti che ciò è risultato per Lei più doloroso sia stata la freddezza di lui nei Suoi confronti e che questo ragazzo non abbia in alcun modo lottato per far proseguire la Vostra relazione. E a distanza di settimane, quando Vi siete casualmente rincontrati nello stesso locale, lui nuovamente non ha fatto niente per ricontattarla o riconquistarla.
Credo allora che questi comportamenti di lui abbiano fatto vacillare la Sua fiducia in sé stessa, facendola dubitare del Suo valore. In altre parole, la domanda principale sottostante a quanto scrive sembra essere “Io Marina sono una ragazza desiderabile?” molto più che “Abbiamo fatto bene a lasciarci?”.
Se così fosse, quello che Le serve ora non è perdere tempo a pensare a lui, ma concentrare le energie su sé stessa, per potersi migliorare e piacere sempre di più.
Settembre può essere un ottimo periodo per questo nuovo inizio, in cui cimentarsi nella palestra o in una nuova attività sportiva, rinnovare il guardaroba, riallacciare vecchie amicizie, costruirne di nuove e così via.
Lo faccia per lui, perché la prossima volta che Vi incontrate casualmente si penta amaramente di averla lasciata andare via tanto facilmente. O, molto meglio, lo faccia per sé stessa.
In bocca al lupo!
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 100 incontro individuale
€ 150 incontro di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos