Apri un dialogo nuovo

  1. giulia
  2. Psicologia
  3. Domenica, 29 Dicembre 2013
Salve! Volevo un chiarimento riguardo alla mia pessima situazione psicologica attuale: da circa due mesi (dopo un periodo di continui attacchi di panico) ho il pensiero fisso di essere diventata lesbica da un giorno all'altro... Non ho nulla contro le persone omosessuali, ma io non voglio esserlo.
Sono sempre stata attratta dai ragazzi, ma, da due mesi a questa parte, ogni volta che vedo una bella ragazza mi sale un'ansia assurda e cerco in tutti i modi rassicurazioni. Continuo a guardarla per vedere se mi eccita e fortunatamente non è così. Sono terrorizzata e mi arriva l'ansia. Vorrei sapere se si può diventare omosessuali da un giorno all'altro e se il mio problema può essere considerato una forma di disturbo ossessivo compulsivo. Ringrazio anticipatamente!
Campi Personalizzati
18
Risposta accettata Pending Moderation
Gentile Giulia, grazie del Suo messaggio. Nel Suo caso specifico, da quanto scrive, Lei non sembra essere attratta da persone del Suo stesso sesso, ma pare invece aver sviluppato dei disturbi di ansia (spesso connessi con gli attacchi di panico di cui accenna). Un modo di proteggersi da questa ansia sottostante, che può essere connessa a diversi motivi da capire meglio, è quello di sviluppare un pensiero fisso o ricorrente, che nel Suo caso riguarda il dubbio di essere lesbica. Questo pensiero fisso, che in alcuni casi può prendere la forma di una vera e propria ideazione ossessiva, è un “falso problema” che ha la funzione di tenere la testa sempre impegnata, impedendo di poter pensare ad altre questioni (“il vero problema”), che sono connesse all’ansia sottostante e risulterebbero per questo ancora più angoscianti. Per fare un semplice esempio, a 18 anni la questione di fondo potrebbe riguardare l’iniziare a sviluppare una vita autonoma dai propri genitori e trovare una propria realizzazione lavorativa e personale, ma non è possibile chiaramente fare un’ipotesi per la Sua situazione specifica senza prima sapere di più di Lei e della Sua vita. A mio parere quindi, le difficoltà che Lei ora sta sperimentando non riguardano probabilmente la scelta dell’orientamento sessuale, ma altri aspetti della Sua vita che potrebbe essere utile approfondire con alcuni incontri di psicoterapia. In bocca al lupo!
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
Risposta accettata Pending Moderation
Salve ho 20 anni, ho sempre sofferto di ansia da piccola ma non a livelli esorbitanti
Da 3 anni convivo con il Doc da relazione(mi chiedevo sempre se lo amassi o meno)ma piano piano sto riuscendo a mandarlo via perché ho capito che tutta questione di testa e ansia.. Ma 3 giorni fa da un giorno all’altro mentre stavo leggendo un post di un attrice che ha cambiato orientamento sessuale mi è venuto in mente “E se fossi anch’io lesbica?” Questo pensiero mi sta perseguitando,io sono etero al 110% e questo lo so,amo il mio ragazzo quando lo vedo sono la ragazza più felice e tranquilla del mondo,guardo le altre ragazze e come sempre non mi interessano.
Ne ho parlato con mia mamma e un po’ mi ha rassicurata,ho letto alcuni articoli e non ho ansia,perché dentro di me so che è solo un brutto pensiero.. Ma ho paura se mi io mi fissi su questa cosa,mi sento in colpa per quello che penso...
durante il giorno mi viene e mi dico tranquilla ora passa,e poi durante la sera si accentua.. non so che fare
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 2
Risposta accettata Pending Moderation
Buongiorno Laura,
anche nel Suo caso, come in quello di Giulia, credo che la questione non riguardi una scelta di orientamento sessuale, ma piuttosto, come Lei stessa scrive, un Disturbo Ossessivo Compulsivo.
Il contenuto specifico del DOC ha un'importanza relativa e può variare facilmente (per esempio dal dubbio se lo amo o meno al dubbio se sono eterosessuale o lesbica), quello che conta di più è il meccanismo sottostante, che è di solito un modo per tentare inconsapevolmente di gestire un'ansia sottostante.
Potrebbe essere molto utile che intraprenda un percorso di psicoterapia per affrontare e superare definitivamente le ansie e insicurezze sottostanti.
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 3
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Laura
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 120 seduta singola
€ 180 seduta di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos