Apri un dialogo nuovo

  1. Elisabetta
  2. Psicologia
  3. Lunedì, 07 Ottobre 2013
Buongiorno!
Ho un problema che da una settimana esatta mi tormenta e non mi fa stare tranquilla: ho paura che il mio ragazzo, con cui sto da un anno, abbia perso interesse per me. In poche parole, tutto d'un tratto è diventato … freddo. Lo sento “scazzato”, è di poche parole, sembra non abbia entusiasmo quando mi sente, è nervoso.
Ho provato a parlarne con lui, ma mi ha giustificato il suo comportamento dicendo che sta avendo un carico molto pesante di lavoro e che avendo avuto, questa settimana, il turno di notte (lavora in una fabbrica) si sente molto scombussolato, quindi per questo ultimamente mi sembra strano. Successivamente ha categoricamente smentito che vuole lasciarmi e di non amarmi più.
Ora, io credo a queste sue parole perché anche suo padre mi ha confermato che lo stanno massacrando al lavoro, ma nonostante questo, ho ancora questa sensazione. Anche perché noto che, se non sono io a cercarlo, lui lo fa molto tardi la sera. Io sono una ragazza molto ansiosa e paranoica, soprattutto se si tratta delle persone che amo. In particolare, il mio ragazzo per me è stato una benedizione perché è arrivato in un momento della mia vita in cui sembrava mi stesse crollando tutto addosso ed ha portato la luce nella mia vita! Inoltre, visto che la nostra è purtroppo una relazione a distanza, io sto lottando con i miei genitori per convincerli a farmi andare da lui e piano piano ci sto anche riuscendo: per me sarebbe una tragedia e un'umiliazione se, dopo tutto quello che sto facendo, lui avesse perso interesse. Sto veramente molto male, non riesco a tranquillizzarmi. Cosa posso fare?
Grazie mille in anticipo per l'aiuto!
Campi Personalizzati
19
Risposta accettata Pending Moderation
Gentile Elisabetta,

grazie del Suo messaggio.

Può essere utile che Lei abbia percepito un po’ più di freddezza e distacco da parte del Suo ragazzo, questa osservazione va però utilizzata semplicemente come una sensazione, un dubbio da condividere con il diretto interessato per permettergli di parlare più apertamente di eventuali difficoltà sul lavoro o nella relazione, e non come una realtà oggettiva da cui trarre conclusioni affrettate.

Soprattutto questa percezione non va utilizzata per accusarlo o per chiedergli maggiori rassicurazioni, perché probabilmente finirebbe per ottenere l’effetto contrario. Sarebbe invece molto più utile mostrarsi nei suoi confronti particolarmente accogliente, allegra e comprensiva, perché questo facilmente farà crescere in lui il desiderio di sentirla. Comunicare con Lei deve costituire per lui un piacere e non un dovere, una gioia e non una fatica.

E’ probabile che anche la particolare fase di passaggio che state vivendo nella Vostra relazione, con la prospettiva di passare da una relazione a distanza ad una di persona, influenzi entrambi, aumentando incertezze e paure di ciascuno. Di fronte ad un cambiamento così importante è normale avere una gran voglia che questo avvenga, ma anche profondi, a volte inconfessabili, timori.

La Sua paura potrebbe essere: mi amerà abbastanza e dimostrerà di tenerci a me anche in una quotidianità insieme? E in modo simile, la paura del Suo ragazzo potrebbe essere: avendola qui vicino a me, dovrò rinunciare alla mia autonomia e libertà? Se così fosse, il Suo bisogno di rassicurazione potrebbe alimentare la paura del Suo ragazzo di sentirsi soffocato, facendolo per questo risultare un po’ più freddo, cosa che incrementerebbe le Sue paure di non essere abbastanza amata, costituendo così un circolo vizioso.

La via di uscita è trovare la forza di riconoscere le proprie fragilità, imparando a gestirle e a tollerare quelle del proprio partner. Quindi la ricetta è: tanta comprensione, pazienza… e una buona dose di allegria!

In bocca al lupo.
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
Risposta accettata Pending Moderation
Salve. Io e il mio ragazzo stiamo insieme da due anni. Tra due mesi nasce nostra figlia... Ma il mio ragazzo è molto distaccato. Quando ci siamo conosciuti era una persona solare ... Gelosa, ecc. Ma adesso ho paura che sta perdendo interesse nei miei confronti. Sto facendo il possibile per farlo stare tranquillo quando finisce di lavorare... Ma non è più affettuoso come una volta. È un mese che ci penso ... Voglio che torna tutto come prima! Ho paura che sta con me solo perche aspettiamo una figlia... Ho bisogno di affetto e di amore. Io ho 20 anni e lui 24. Ho provato a parlargli e dice che sono film mentali che mi faccio e certe volte si arrabbia quando gli dico che non mi da più affetto ... Anche scherzando si arrabbia. Adesso mi sto comportando pensando a lui al primo posto. Ogni problema che ha me lo faccio a carico io . spero mi rispondiate. È una situazione insostenibile.
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 2
Risposta accettata Pending Moderation
Buongiorno Valentina, la Vostra situazione è un po’ diversa da quella descritta sopra da Elisabetta. La nascita di una figlia, soprattutto per una coppia giovane come la Vostra, può smovere grandi aspettative e desideri, ma anche altrettanto grandi dubbi e paure, a volte inconfessabili. Questo è perfettamente normale. Quello che è importante è riuscire ad esserne consapevoli, dirli prima di tutto a sé stessi e poi poterne anche parlare con il partner, condividendole in modo sincero e costruttivo. Potrebbe partire da riconoscere e raccontare Lei al Suo compagno quali sono i Suoi desideri, ma anche timori rispetto alla nascita della bambina, chiedendo poi a lui di fare altrettanto, in un clima sereno e di ascolto. Se non riuscite a farlo da soli, qualche incontro di coppia con uno psicologo potrebbe risultare di grande aiuto. Auguri di cuore per la Vostra nuova famiglia!
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 3
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 100 incontro individuale
€ 150 incontro di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos