Skip to main content

Apri un dialogo nuovo

  Mercoledì, 17 Maggio 2023
  1 Risposta
  582 Visite
Buongiorno in passato ho sofferto di ansie e bullismo per via del mio peso. Ho una madre che non è riuscita mai a controllare il suo nervoso e un padre assente, ho sempre avuto paura di essere indemoniata (quando guardavo film) ed ora di essere lesbica (a seguito di insinuazioni fatte nel mio ambiente lavorativo).
Ho sempre avuto un infanzia dove per me la cotta e le fantasie sessuali erano a favore dei maschi, quindi non mi sono mai posta il problema. Ora ho un blocco avendo ripreso il mio peso e dubito al momento di riuscire con un ragazzo per via di questo: non riesco a fare sesso vedendomi così brutta fisicamente, temo non gli possa piacere.
La psicoterapeuta dice che possa essere anche una forma di omosessualità latente, ed ora mi sento la sensazione di avere una maschera e di averla sempre avuta, ma in me questa cosa prima non c'era e mi sembra assurdo pensare una ragazza in quel modo, non riuscirei a farmi una fantasia…
Non so più chi sono. Sono in uno stato di angoscia continuo e non so come uscirne. Ogni giorno faccio test per verificare e provo a tranquillizzarmi. Una mia amica ha detto “potrebbe essere vero”, mentre le altre mi dicono di no. Il blocco è iniziato con il figlio del mio capo: lo trovavo estremamente bello ed ero intimorita, fino a che non ho subito molestie ed ho iniziato ad avere attacchi di panico e ossessione sul fatto che non fosse normale avere ansia per un ragazzo.
Secondi voi può essere omosessualità latente?
Buongiorno Ylenia, grazie del Suo messaggio.
Mi sembra di capire che la Sua vita sia stata complessa e sofferta, il tema che porta è molto importante e io posso esprimere solo una breve riflessione basata sulle poche righe che ha scritto. Personalmente non mi sorprende che, se in questo momento non si piace e si trova a disagio con il Suo corpo, possa far fatica a immaginarsi ora in intimità con un ragazzo. E se il figlio del Suo capo La ha in qualche modo molestata, mi sembra perfettamente sano che questo Le abbia suscitato ansia anche intensa. Quindi niente in quello che scrive mi fa pensare che Lei possa essere omosessuale e il fatto che in passato abbia temuto di essere indemoniata e ora di essere lesbica, sembra essere più riconducibile ad un disturbo di pensiero di tipo ossessivo, in cui un'ansia sottostante si esprime attraverso un'idea fissa, di per sé poco rilevante, che però sembra diventare l’unica questione degna di nota e tormenta senza lasciar spazio per altro.
Sono sicuro che potrà approfondire meglio questi ed altri temi con la psicoterapeuta che La segue, perché alla fine l’aspetto più importante non sono i Suoi gusti sessuali, quanto che Lei possa imparare a volersi bene ed apprezzarsi così come è.
Un saluto affettuoso.
  • Pagina :
  • 1
Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
La tua risposta