Apri un dialogo nuovo

  1. Giulia
  2. Psicologia
  3. Martedì, 03 Novembre 2020
Salve, mi chiamo Giulia e ho qualche problema nella mia relazione.
Premetto che ho 20 anni e sono fidanzata da poco con questo ragazzo, 3/4 mesi, che però fa già parte a pieno della mia famiglia. In passato ho avuto qualche relazione molto molto breve (qualche mese) in quanto sono molto indipendente e, a parte una sola altra volta, non mi sono mai davvero affezionata a nessuno. Sono abituata ad essere sempre quella un po’ fredda e distaccata nella coppia, dovuto probabilmente a quanto scritto sopra. Quando poi avevo deciso che dovevo mettere un punto per un po’ col capitolo “ragazzi” (perché mi accontentavo di piccoli sentimenti e facevo perdere tempo a entrambi) ho conosciuto lui. Ci siamo piaciuti subito e ora come ora siamo molto innamorati. Finalmente riesco a capire come ci si sente a stare con una persona che si desidera davvero, sono riuscita a sbloccare molte insicurezze e sento che veramente per la prima volta vedo un futuro con qualcuno.
Il problema? Per lui sto sempre male. Sono piuttosto permalosa e poco paziente, ma non mi arrabbio in continuazione (a parte con i miei) eppure con lui riusciamo sempre a fare 3/4 “litigi” a settimana, o se non sono litigi comunque qualcosa che mi fa agitare e stare male, e ogni volta che succede divento una fontana. Normalmente non piango nemmeno per i film drammatici, meno ancora per gli uomini, e non riesco a capire perché per ogni piccolo stupido screzio ci sto malissimo. Mi chiedo se sia così per tutti, un relazione dovrebbe far star bene no? Perché io invece sto sempre 50 e 50?
Moltissime volte che parliamo per chat piango a dirotto e lui nemmeno lo sa perché, magari si sta parlando del più e del meno. Tengo a sottolineare però che lui è un ragazzo molto riservato e spesso non si rende conto che per me è difficile capire quello che pensa. Il fatto che lui non si esprima molto è un discorso che abbiamo affrontato più volte e capisco che per lui non sia neanche troppo facile capirlo, in quanto è proprio una sua caratteristica, per dire... a parte me, adesso non ha e non ha mai avuto confidenti e tende sempre a svalutarsi e a far piacere agli altri, anche stando male lui, spesso infatti mi dice delle cose che credo gli facciano piacere fare e poi scopro che magari in realtà a lui non va troppo e lo fa per me, che oltre ad essere sbagliato per lui, a me fa molto male, mi fa rimanere delusa e anche pesante, perché per capirlo gli faccio un mare di domande fino a farlo anche irritare un po’. Sto male davvero per qualsiasi cosa che lui fa, dice o pensa e non riesco a tenere questa situazione.
Lui mi dice sempre che devo stare più tranquilla, che non va da nessuna parte, e so che mi ama come lo amo io, ma allora perché sto così? Perché me la prendo tanto?
Campi Personalizzati
20
Risposta accettata Pending Moderation
Gentile Giulia,
grazie del Suo messaggio.
E’ possibile che questa sia per Lei la prima relazione veramente importante e per questa ragione si attivino con lui dinamiche che in precedenti relazioni, per Lei meno significative, non si erano attivate.
L’aspetto centrale che La fa stare male in queste discussioni sembra essere: “non riesco a capirlo e a farmi capire”. Lo sconforto e i pianti possono essere dovuti al fatto che, per Lei, Giulia, lui è una persona fondamentale e quindi non riuscire a capirlo a fondo rappresenta per Lei qualcosa di estremamente pericoloso e disturbante. Ha follemente bisogno di qualcuno/qualcosa su cui però non ha nessun controllo e questo potrebbe farla sentire fragile, impotente e sbagliata.
Stando sulla sensazione emotiva ed anche fisica che prova ora in questi momenti di litigio con lui, se ripercorre la storia della Sua vita (e in particolare i Suoi primi 12 anni di vita e i rapporti all’interno della Sua famiglia di origine) ha mai sperimentato qualcosa di anche vagamente simile? Si è mai sentita un po’ così? Cos’è la prima cosa che Le viene in mente?
Ciò che Lei prova ora nella relazione con il Suo ragazzo sembra essere qualcosa di molto forte, che non segue una logica razionale (Lei sa che il Suo ragazzo La ama e non vuole in alcun modo lasciarla), ma una sensazione emotiva che come molto probabilmente si ricollega ad altro e ad altre Sue esperienze passate, facendole sentire ora non solo l’emozione per ciò che accade nel presente, ma anche riattivando un’ondata di intense emozioni connesse ad avvenimenti passati.
Se è così, questa potrebbe essere l’occasione per andare a sistemare alcuni nodi rimasti irrisolti e alcuni incontri con uno psicoterapeuta Le potrebbero essere di grande aiuto.
In bocca al lupo!
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. 4 settimane fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Giulia
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 120 seduta singola
€ 180 seduta di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos