Apri un dialogo nuovo

  1. Giulia
  2. Psicologia
  3. Lunedì, 06 Aprile 2020
Buonasera, chiedo un consiglio: ho quasi 19 anni e due anni fa ho conosciuto un gruppo di ragazzi con i quali io e le mie amiche abbiamo fatto amicizia. A fine Luglio 2019 con uno di loro qualcosa è cambiato: una sera siamo rimasti soli più del solito e questo ci ha permesso di fare discorsi mai toccati. Premetto che è un ragazzo molto simile a me (aperto e solare) e che mi ha sempre attratto. Abbiamo iniziato a scriverci ogni tanto per poi farlo ogni giorno fino ad oggi (Aprile).
Dilemma: verso Novembre casualità ha voluto che incontrassi un altro ragazzo che conoscendolo mi piaceva molto e con il quale, da Dicembre a questa parte, sono fidanzata. Lui è chiuso e timido, ma c’è stata subito forte empatia, ci sembrava di conoscerci da sempre.
Prima di iniziare a sentirmi con lui ho chiesto al mio amico in che rapporti stavamo, perché a me piaceva, la sua risposta: onestamente non te lo so dire con certezza... però, ecco, per ora non so se ci sia qualcosa di più. Non ho mai interpretato le sue parole, soprattutto perché io non avevo alluso proprio a “qualcosa di più”, che lui invece ha tirato fuori (il tutto sempre per chat, perché fa l’università lontano e non ci vediamo mai). Conclusione: noi amici e io l’ho avvisato che mi sentivo con un altro.
Ci siamo rivisti a capodanno, quella sera ho pianto come non mai, perché ho sentito che c’era qualcosa di diverso nei suoi atteggiamenti. Solo dopo la serata ha saputo che ero fidanzata e per un po’ si era allontanato o ha avuto atteggiamenti strani. Ora parliamo come prima, praticamente sempre. In quel periodo io stavo molto bene con il mio ragazzo e avevo stabilizzato i miei sentimenti.
Adesso non so, noto sempre più difetti nel mio fidanzato, nonostante lui mi piaccia veramente tanto, e trovo più empatia con il mio amico: ho addirittura sognato di tradire il mio ragazzo con il mio amico. Io tengo veramente molto al mio ragazzo e alla nostra relazione, per la prima volta sento di aver fatto qualcosa di concreto (per quanto possa esserlo una relazione alla mia età) con qualcuno, ma sto male!
Non me la sento di dire di essere innamorata, in entrambi i casi, in quanto per me è un discorso dolente. Mi piace il mio ragazzo e ci sto bene insieme; con il mio amico si basa tutto in chat e la cosa mi fa titubare, solo che lo penso troppo spesso per considerarlo per me solo un amico. Vorrei sapere se per lui è lo stesso, considerato che comunque mi cerca spesso lui. Non so che fare, non voglio lasciare il mio ragazzo, che mi ama davvero, ma questa cosa mi distrugge.
Campi Personalizzati
19
Risposta accettata Pending Moderation
Cara Giulia,
grazie del tuo messaggio.
Immagina di essere un vignaiolo che vuole far crescere grappoli d’uva per poter produrre un vino prezioso e inebriante, pieno di aromi e profumi, forte e allo stesso tempo pieno di sfumature di gusto delicati e soavi. Che cosa dovrà fare?
Per prima cosa dovrà semplicemente avere la pazienza di lasciar crescere la pianta, innaffiandola, concimandola e togliendo eventuali parassiti.
Poi ad un certo punto, magari dopo 19 anni :-), arriva la fase più difficile: la stessa pianta può avere diversi grappoli d’uva, ma se ne lascio più di uno, ciascuno di questi (a prescindere dalle sue caratteristiche) riceverà poco nutrimento e crescerà quindi male.
Il vignaiolo potrebbe pensare che lasciando due diversi grappoli sulla pianta potrà avere più possibilità di far crescere buona uva, ma sappiamo che non è così: non scegliere vuol dire condannarsi alla mediocrità e finire a bere col tempo un vino molto scadente, con poco gusto e tante amarezze.
Certo c’è un periodo in cui è giusto poter stare nell’indecisione e lasciarla crescere e maturare, ma poi arriva il momento di scegliere e a quel punto, nonostante possa apparire strano, non è così importante quale grappolo si sceglie, quanto avere il coraggio di fare questa scelta, tagliare un ramo e far giungere tutto il nutrimento all’unico grappolo che si è deciso di nutrire e far crescere.
Antoine de Saint-Exupéry nel suo famoso libro “Il piccolo principe” in modo simile scriveva: “Certamente un qualsiasi passante crederebbe che la mia rosa vi rassomigli, ma lei, lei sola, è più importante di tutte voi, perché è lei che ho innaffiata. Perché è lei che ho messa sotto la campana di vetro. Perché è lei che ho riparata col paravento. Perché su di lei ho uccisi i bruchi (salvo i due o tre per le farfalle). Perché è lei che ho ascoltato lamentarsi o vantarsi, o anche qualche volta tacere. Perché è la mia rosa.”
A questo punto tu, Giulia, mi potresti dire giustamente che non ho risposto alla tua domanda: chi dovrei scegliere? Pensandoci mi torna in mente un bellissimo corso esperienziale che ho seguito anni fa in Olanda e durato una settimana. Nella stanza in cui ci riunivamo ogni giorno, su tutta la lunga parete di fronte all’ingresso, era appeso un enorme striscione con sopra scritta, a caratteri cubitali, la frase: what are you pretending not to know? Che significa: cosa stai fingendo di non sapere?
In bocca al lupo!
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 120 seduta singola
€ 180 seduta di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos