Apri un dialogo nuovo

  1. e-mail
  2. Psicologia
  3. Martedì, 16 Aprile 2013
Cercherò di essere breve, anche se temo di essere un caso complesso. Mi sento come intrappolata in una vita che non mi appartiene. Ho come l'impressione di aver fatto tutto perché andava fatto, per compiacere qualcuno, perché non avevo io stessa idea di cosa fosse meglio per me. Dopo anni di sacrifici mi sento una fallita.
La mia situazione vista dall'esterno appare idilliaca: 27 anni, sposata con l'unico e solo fidanzatino della mia vita dopo 10 anni passati insieme tra convivenze, abbandoni, lunghi periodi di lontananza e un mare di incomprensioni, ma sempre guidati da una forza magnetica che ci tiene uniti e ci fa sentire l'uno la metà dell'altra. Studi portati a termine con successo, specializzazioni all'estero, ed anche mio marito, a soli trent'anni un accademico promettente. Viaggi, città sempre nuove, un futuro brillante dinanzi. Eppure io mi sento un nulla. Sogno una vita diversa, in cui la donna che vorrei essere sia capace di liberarsi da quel macigno che mi blocca. Si, perché sento di avere una grande energia, un grande amore e delle potenzialità che non riesco a far venire fuori. Ho rapporti strani con gli altri, fatti di silenzi e parole non dette, sebbene agisca sempre candidamente. Mi sembra che la gente mi veda come una donna fortissima e mi stimi, ma non sono mai la persona più importante per nessuno (escludendo mio marito, a detta sua, e mia madre). Forse perché non so divertirmi, godermi il mio tempo, avere rapporti con gli altri senza preoccuparmi troppo di quello che pensano di me, che mi vedo sbagliata e inutile. Forse la mia infanzia in una famiglia disastrata, con un padre vedovo, risposato, incapace di fare il padre; con due fratellastri che non hanno mai amato l'idea di una nuova famiglia e non hanno mai accettato me e mia madre, sebbene mi vogliano bene. Una madre bambina che ha cresciuto 3 figli, 2 non suoi, con un marito-padre assente e che vedo ancora immatura. Ecco, forse questo potrebbe spiegare qualcosa. E potrebbe anche il fatto che mio marito sia una persona problematica con un passato altrettanto scomodo che bussa incessantemente alla nostra porta e vive nel nostro quotidiano.
Io, però, vorrei cancellare il passato e partire dalla donna che sono adesso. Voglio cambiare e canalizzare le mie energie in modo giusto. Solo che non ho il coraggio di appoggiarmi a nessuno tra quelli che mi sono vicino, né di parlare francamente del trambusto che provo interiormente. Ho paura, ma vorrei mollare tutto, cercare una nuova strada... non è facile pensare di aver passato 10 anni ad investire sul lavoro sbagliato, né sentire il dubbio di non aver goduto delle esperienza che tutti i ragazzi alla mia età hanno vissuto. È come se avessi voglia di follie, di brio, di sorrisi, leggerezza, di amicizia, di amore sconvolgente. Da dove posso incominciare? Dove si trova la forza di cambiare
Grazie del tempo che vorrete dedicarmi

RD (27 anni)
Dott. Claudio Sessa Vitali Risposta accettata Pending Moderation
Gentile RD,

grazie della Sua mail sofferta e sincera.

Come Lei stessa scrive, le esperienze che ha vissuto nella Sua infanzia e le relazioni con i suoi genitori e fratellastri hanno probabilmente influito su alcune delle scelte prese e possono essere molto collegate allo smarrimento, dolore e paura che sperimenta ora. Il fatto di sentirsi “sbagliata e inutile” non sembra infatti essere tanto giustificato dalla Sua vita attuale quanto dalle esperienze che ha vissuto a livello emotivo nella Sua vita, che paiono aver lasciato dentro di Lei una traccia profonda.

Purtroppo cancellare il passato non è possibile, ma si può capirlo, rielaborarlo e alla fine riconciliarsi con esso. Una psicoterapia in questo può essere di grande aiuto. Anche nelle fiabe, spesso i fantasmi tornano dal passato per portare un messaggio importante e finché questo non viene compreso e accettato, ricompaiono tormentosi ogni notte; ma se vengono ascoltati e capiti possono poi finalmente scomparire in pace. In modo simile anche nella nostra vita può capitare di dover prima rappacificarsi con il passato per poter vivere pienamente e serenamente il presente, diventando capaci di assaporare senza condizionamenti tutte le possibilità che il futuro può offrirci.

Aver voglia di “brio, sorrisi, leggerezza, amicizia ed amore” è una cosa bellissima, ma stia attenta a non prendere decisioni affrettate in un momento in cui è turbata, con il rischio di buttare via indistintamente tutto quanto ha costruito finora. Sant'Ignazio di Loyola nei suoi Esercizi Spirituali raccomandava di non prendere decisioni drastiche nei momenti di grande turbamento, rimandando per quanto possibile le decisioni importanti a momenti di maggiore serenità. Io ho sempre considerato questo consiglio molto saggio e Le suggerisco quindi per prima cosa di guardarsi dentro e poi di mettere mano alla Sua vita.

Penso che “la forza di cambiare” sia già dentro lei e che una psicoterapia potrebbe darle gli strumenti adatti per farlo efficacemente. Sono convinto che se seguirà questa strada vedrà “il macigno” che ora blocca la Sua vita sciogliersi lentamente come neve al sole.
In bocca al lupo con affetto
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 100 incontro individuale
€ 150 incontro di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos