Apri un dialogo nuovo

  1. Allison
  2. Psicologia
  3. Mercoledì, 23 Gennaio 2019
Oramai questa è la terza volta che scrivo qui in questo sito e devo ammettere mi avete già aiutato molto, ma apprezzerei se mi aiutaste anche in questa questione, che credo sia la più importante. Mio fratello maggiore che ha 16 anni si sta facendo del male: si taglia. Per una ragione a mio parere stupida: il motivo è che la sua ragazza lo ha lasciato ormai da un mese. Secondo me lui sente molta solitudine: inoltre sono tre mesi che ci hanno tolto i cani per motivi familiari. Lui è rimasto solo, senza il cane e la fidanzata. Lui non riesce a vedere che noi siamo presenti e vicini. Noi gli stiamo letteralmente gridando “ricordati di noi, noi ci siamo, ma perché non ci vedi, non ci senti”. E’ come se lui fosse in una cupola di vetro e noi fuori da essa: sembra non riuscire ad ascoltare. Io non sto più respirando: è da giorni che sto cercando di vedere come posso aiutarlo, ma adesso ho paura. Non dormo. Io lo controllo sempre. Ho paura. Lui è solo uno scemo che non vede e non sente, perché non ci vede, perché non mi vede.
Comunque io vorrei saper come posso aiutarlo.
Ah, un'altra cosa, lui non vuole parlare con la sua psicologa. Noi abbia provato, ma lui non vuole. E se si sta chiedendo se mia mamma sa di questo, sì lo sa anche lei, è disperata.
Come posso aiutarlo?
Campi Personalizzati
14
Risposta accettata Pending Moderation
Cara Allison,
grazie per la tua mail.
Immagino che sarà stato molto difficile per te esprimere tutti i pensieri e le preoccupazioni che in questo momento provi. Sei stata molto coraggiosa e hai già fatto la tua parte.
Il comportamento di tuo fratello è davvero un grido di aiuto: ma spesso chi grida aiuto è poco capace di vedere e ascoltare le persone che gli sono accanto e vorrebbero aiutarlo.
Tagliarsi può essere il modo che tuo fratello ha trovato per sentire meno un dolore emotivo molto forte (incontrollabile e magari in parte incomprensibile) sostituendolo un dolore fisico (più tollerabile e controllabile). Tagliarsi può essere anche l’unico modo che ha trovato per rendere visibile anche all’esterno il suo dolore interiore e chiedere aiuto.
Tuo fratello in poco tempo ha vissuto due situazioni di abbandono: la fidanzata e il cagnolino. Immagino che queste due situazioni, che lui non ha deciso e che ha dovuto subire, abbiano potuto provocare in lui un forte senso di frustrazione e rabbia; e ora è lui a decidere se e come infliggersi il dolore, senza permettere che questo arrivi in modo inaspettato e incontrollabile dall’esterno.
Scrivi che tua mamma è informata e disperata: il suo grido di aiuto è probabilmente rivolto a lei e magari anche al tuo papà, che non specifichi se è informato oppure no di ciò che sta succedendo. Sono loro in quanto adulti a dover far fronte comune a questa difficoltà di tuo fratello, attivandosi in prima persona per aiutarlo e farsi aiutare in modo da riuscire a dare un significato e una risposta ad un comportamento così forte come quello di farsi del male tagliandosi. Sono loro a doversi rivolgersi alla psicologa di tuo fratello, che lui lo voglia o no: lui sta già esprimendo a gran voce la sua sofferenza e gridando aiuto attraverso il suo comportamento, ora sono i tuoi genitori a dover fare lo sforzo di pronunciare le parole che tuo fratello non è ancora capace di esprimere da solo.
Un caro saluto.
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 120 seduta singola
€ 180 seduta di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos