Apri un dialogo nuovo

  1. Luca
  2. Psicologia
  3. Sabato, 29 Dicembre 2018
Salve!

Vi scrivo, per parlarvi di un mio problema. Io, quando sto con gli altri, mi sento molto impacciato e insicuro! Faccio un esempio per capirci meglio: io frequento due gruppi giovani. Però, quando sto nel gruppo, parlo solo se mi viene chiesta la mia opinione; altrimenti sto in silenzio. Cioè, faccio davvero molta difficoltà a comunicare con i miei coetanei e a instaurare con loro un discorso! Vi domando: come potrei, secondo voi, cercare di migliorare questa situazione, che mi fa sentire solo e disadattato?

Vi ringrazio per la Vostra disponibilità!
Campi Personalizzati
31
Risposta accettata Pending Moderation
Buongiorno Luca, grazie del Suo messaggio.
Mi perdonerà se per rispondere alla Sua domanda la prendo apparentemente un po’ alla lontana :-)
La mente della specie umana si è sviluppata in migliaia di anni e con uno scopo fondamentale: garantire la nostra sopravvivenza. E per questo scopo, bisogna ammettere che ha saputo funzionare estremamente bene. Si immagini per esempio il contesto in cui dovevano vivere gli uomini preistorici: una delle cose più importanti per la mente dei nostri lontani antenati era poter percepire per tempo ogni minimo segnale di pericolo, per esempio il rumore di un fruscio fra gli arbusti, perché questo poteva segnalare in anticipo un animale feroce in agguato e permettere letteralmente di salvarsi la vita. Per Madre Natura non era così importante che l’uomo preistorico traesse piacere da ammirare un bellissimo tramonto o da gustare una nuova esperienza, bastava potesse percepire per tempo i pericoli e quindi sopravvivere. Punto.
Sono passati migliaia di anni, non viviamo più nell’era delle caverne ma in quella degli smartphone, tantissimo è cambiato, ma la nostra mente non è così diversa da allora: è stata progettata per farci sopravvivere e non per farci sentire realizzati e felici.
Anche oggi probabilmente è un po’ come se Lei, all’interno di un gruppo di giovani coetanei, si sentisse come in un film poliziesco americano quando fanno vedere un processo in tribunale: Le hanno appena letto i Suoi diritti, qualsiasi cosa dirà potrà essere utilizzata contro di Lei: quindi meglio tacere!
Si dice che Don Giovanni riuscì a sedurre e conquistare molte donne bellissime, non perché fosse particolarmente attraente o affascinante, ma più semplicemente aveva imparato a non temere il rifiuto concentrandosi più sul piacere enorme che gli avrebbe dato riuscire a far cadere fra le sue braccia una certa deliziosa fanciulla che sul timore di fare magari una figuraccia.
Mi viene anche in mente un esempio personale di quando dovevo dare gli esami di psicologia all’università (si parla di vent’anni fa, cioè anche qui, quasi preistoria). Mi capitava ogni tanto di dover per prima cosa superare un test a crocette, in cui era necessario raggiungere un punteggio minimo per essere poi ammessi all’esame orale. In alcuni compiti scritti di questo genere, se si metteva la crocetta sulla risposta giusta si prendeva un punto, se si metteva la crocetta sulla risposta sbagliata o su nessuna risposta non si prendeva nessun punto. In questa situazione, quando non sapevo con certezza cosa dire su un argomento, comunque mettevo sempre e comunque una risposta, piuttosto a caso: meglio fare un tentativo e avere una almeno una possibilità di guadagnare un punto, che non averne nessuna!
Io credo che Lei, Luca, debba gradualmente educare la Sua mente a fare ciò che faceva così bene Don Giovanni e a segnare i Suoi “punti” con il sistema dei miei esami a crocette all’università. Deve cioè allenarsi intenzionalmente ad uscire dalla Sua zona di comfort (quella in cui se non dico niente non potrò essere criticato) e impegnarsi a dire, almeno in una prima fase, sempre e comunque qualcosa (anche una frase estremamente banale e persino sbagliata). Le suggerisco di tenere il punteggio e ogni volta che esce nel gruppo di amici proporsi un obiettivo minimo (ad esempio stasera dirò almeno 1 frase, oppure 3 frasi, indipendentemente da quanto stupide potranno magari risultare) e impegnarsi a raggiungerlo.
Ciò su cui concentriamo la nostra attenzione e che misuriamo tende a crescere. La sua capacità di parlare in gruppo va allenata, esattamente come se fosse un muscolo: in modo lento, graduale, ma costante. Lo inizi a fare oggi stesso e a tenere nota dei Suoi progressi!
Solo se Le dovesse poi servire ancora aiuto, si potrà rivolgere di persona ad uno psicologo per esaminare più approfonditamente la Sua situazione (valutando se ci sono eventuali ragioni più profonde legate a questo Suo timore) e stilare eventualmente un “piano di allenamento” più personalizzato.
In bocca al lupo!
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. 4 settimane fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 100 incontro individuale
€ 150 incontro di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos