Apri un dialogo nuovo

  1. Paolo
  2. Psicologia
  3. Sabato, 20 Febbraio 2016
Salve, sono un ragazzo di 22 anni e ho una sorella più grande di me, per la precisione lei ha 25 anni.
Sin da quando io ho memoria, hanno sempre detto di me e di mia sorella che siamo molto belli: lo dicevano di mia sorella quando era semplicemente una ragazzina poco più grande di me, lo dicevano di mia sorella quando cominciava a farsi grande e lo dicono di lei tutt'ora. Lo stesso per me. Pare che siamo stati fortunati avendo preso entrambi molto da nostra madre che a quanto pare è lei pure una bella donna.
Ho già avuto delle ragazze (3 per la precisione) e ultimamente ho notato una cosa che mi ha gettato nel panico: ho notato che 2 delle mie ex ragazze hanno un viso simile a quello di mia sorella in alcuni tratti; inoltre ho notato che anche le ragazze che (lo dico così per farmi capire) per prime entrano nel mio radar hanno sempre quei tratti: viso ovale, labbra carnose, occhi grandi (però non grandi a pesce palla, occhi grandi pieni, intensi, luminosi, non so se riesco a farmi capire, tipo quelli che a volte si vedono nelle pubblicità dei rimmel e dei prodotti per il make-up degli occhi delle donne) e uno sguardo molto dolce. Insomma un viso da bambolina che per primo attira il mio interesse, facendo da riferimento. Tuttavia non è che ragazze con altri tipi di viso non le guardo, guardo anche loro, solo che i volti simili a quello di mia sorella mi attirano per primi, li trovo più belli, per così dire.
Insomma, fermo restando che per quanto possano essere simili riesco a distinguere tra il volto di mia sorella e quello delle altre ragazze, le ragazze che trovo più belle sono quelle che hanno un volto simile a quello di mia sorella. Questa cosa mi turba parecchio perché mia sorella è mia sorella, le voglio bene, non ho alcun desiderio incestuoso nei suoi confronti, quindi penso che dovrei andare dietro a ragazze con un viso completamente diverso dal suo, mentre pare che lo abbia assunto come riferimento. Di qui la domanda: è possibile che inconsapevolmente abbia preso come stereotipo di bellezza femminile il volto di mia sorella o in me c'è qualcosa che non va?
Grazie.
Campi Personalizzati
22
Dott. Claudio Sessa Vitali Risposta accettata Pending Moderation
Gentile Paolo, grazie del Suo messaggio.
Arrivo dritto al punto e parto da risponderle con chiarezza alle Sue due domande finali: SI’, è possibile che Lei abbia preso inconsapevolmente come stereotipo di bellezza femminile alcuni tratti di Sua sorella (e magari anche di Sua mamma) e NO, non c’è niente in Lei che non va e in tutto ciò non rappresenta in alcun modo un desiderio incestuoso.
E’ perfettamente normale che nella scelta della partner siamo influenzati, in modo più o meno consapevole, dai modelli di riferimento che acquisiamo nella nostra famiglia di origine e che meglio conosciamo: a volte è per differenziarcene (non vorrei essere mai come lui o lei o non vorrei stare mai in coppia con una persone come lui o lei), a volte per assomigliargli. Questo riguarda non solo l’aspetto fisico, ma anche il carattere, abitudini di vita, ecc.
Il problema subentra semmai se questo criterio diventa troppo rigido e assoluto: se non potessi prendere in considerazione per nessun motivo ragazze in parte differenti a mia sorella o al contrario se dovessi escludere a priori qualsiasi ragazza simile, questo limiterebbe la mia libertà. Non credo sia il Suo caso, visto tra l’altro che solo 2 ragazze su 3 avevano il viso simile a Sua sorella. Per assurdo, sarebbe al contrario un bel problema se Lei, avendo una bella sorella, per non sentirsi in qualche modo incestuoso, si sentisse costretto a stare per forza con ragazze brutte!
Quello che accade più di frequente nella realtà è che inconsapevolmente tendiamo a scegliere un partner che assomigli al nostro modello familiare negli aspetti che di questo ci piacciono e se ne differenzi negli aspetti che invece non apprezziamo. In questo modo in una coppia “ben assortita” di solito due partner in parte si somigliano e in parte si completano a vicenda.
Stia sereno.
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 100 incontro individuale
€ 150 incontro di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos