Apri un dialogo nuovo

  1. Lara
  2. Psicologia
  3. Giovedì, 05 Febbraio 2015
Salve, ho una relazione con un ragazzo di 15 anni in più di me: io ho 23, lui ne ha 38. La nostra storia è nata per puro caso, nessuno dei due voleva affezionarsi all’altro proprio per la differenza di età che abbiamo, ma ci siamo alla fine innamorati.
Ho sempre avuto fin da subito qualche piccolo dubbio su questa relazione: la differenza di età, la paura che i miei genitori non la accettino mai. Inoltre penso spesso che essendo cosi giovane avrei ancora mille esperienze da fare con dei ragazzi coetanei, mentre lui comunque ha già fatto le sue esperienze. Ci siamo anche “mollati” per 2 giorni, io facevo fatica a immaginare un futuro con lui, ma poi nel momento in cui sono stata senza di lui, sono stata veramente male. Non ho mai sofferto cosi tanto per un ragazzo proprio perché lo vedevo come il mio uomo ideale e solo l'idea di perderlo mi distruggeva. Allora ho completamente cambiato idea, ho iniziato a convincermi: stare con lui mi faceva stare troppo bene. Lui faceva di tutto per rendermi felice: non vedevo l’ora di presentarlo ai miei genitori per ufficializzare il tutto e togliermi comunque un peso dallo stomaco (i miei genitori sono molto all’antica)
Lui è un ragazzo dolcissimo, intelligente, divertente e adorabile: è uguale a me, ha gli stessi valori e ideali. Non ho trovato ancora un difetto in lui; sembra strano ma è davvero cosi, anche a me sembra impossibile! Rappresenta davvero l’ideale del mio ragazzo e non sto esagerando!!!
Quello che mi turba è che da due settimane scarse sembra che io abbia perso interesse nei suoi confronti e non per difetti o atteggiamenti che non mi piacciono (ripeto ha tutte le carte a posto). Se sto un pomeriggio senza sentirlo non me ne accorgo, mentre prima, se non lo sentivo ogni ora, anche solo per 5 minuti, stavo male. Volevo essere al suo fianco sempre 24 ore su 24. Mi mancava continuamente, mentre adesso mi accorgo di aver meno voglia di uscire con lui. Rimane comunque il fatto che quando sono con lui continuo a stare davvero bene, a sentirmi a mio agio, ma ho sempre dei pensieri che mi appesantiscono.
Adesso non sono nemmeno più tanto sicura di farlo conoscere ai miei.
I pensieri che facevo all’inizio della nostra relazione (il problema della comunicazione ai miei genitori e non avere la possibilità di fare altre esperienze mie) mi sono ritornati in mentre; inoltre penso che quando io avrò 55 anni lui ne avrà 70! Ed è proprio questa maledetta differenza di età che mi porta questi pensieri che odio e vorrei tanto riuscire a combattere! Non ho alcun dubbio sulla persona che lui è perché sono certa che lui è in grado di rendermi davvero felice; ma questi pensieri compromettono la mia serenità e di conseguenza il nostro rapporto.
Sono molto confusa, vorrei tanto il parere di un esperto.
Campi Personalizzati
23
Risposta accettata Pending Moderation
Cara Lara, grazie delle Sua lettera, della Sua franchezza e spontaneità.
Credo sia davvero importante però precisare, per fare chiarezza, due ordini di problemi che si evincono dalla Sue parole, chiaramente esposti in modo distinto nella prima parte e nella seconda parte della Sua lettera.
1) Lei appare particolarmente preoccupata per la differenza di età, sia per quanto riguarda l'oggi in relazione ai Suoi genitori e alla loro possibile delusione e non accettazione di tale situazione, sia per quanto riguarda il futuro nel quel teme che la differenza di età possa costruire un problema a livello di coppia (l'eventuale rimpianto di non aver vissuto altre esperienze).
2) Lei oggi avverte un cambiamento nella Vostra relazione di coppia che legge Lei stessa come una perdita di interesse e di investimento affettivo, riflessione che La porta a mettere in discussione la Vostra relazione e i progetti che aveva in mente per questo legame.
Per quanto riguarda il primo punto, Lei riferisce di un amore gratificante, soddisfacente in cui Lei si sente bene, amata e appagata dalla relazione con quest'uomo più grande. Non riferisce di problemi legati alla differenza di età relativamente a interessi, ideali e progetti diversi o incompatibili. Il vero problema appare essere quello dell'eventuale comunicazione ai genitori, da cui si aspetta una reazione di non accettazione e accoglimento della Vostra relazione. Se un detto popolare dice “l'amore non ha età” è pur vero che a livello sociale e famigliare una relazione sbilanciata per età fa sorgere dubbi e perplessità a chi ci sta attorno. I genitori, o chi per essi (amici, altri famigliari, vicini di casa) possono arrivare a temere che essendo lui più grande possa avere interessi e obiettivi diversi, poco chiari e disonesti nella relazione a due; possono arrivare a temere che essendo lui più grande possa approfittare di Lei, più giovane e più immatura; possono arrivare a pensare anche che non possa essere una storia d'amore vera e che La farà soffrire per forza. Questi dubbi e perplessità sono così potenti nell'immaginario socio culturale in cui viviamo, che possono influenzare anche noi stessi e confonderci. Pur immaginando una reazione negativa da parte dei Suoi genitori, se Lei, Lara, fosse sicura e certa della Vostra relazione, della solidità del rapporto e della lealtà del Suo amato, io credo che di fronte a dubbi e perplessità dei Suoi genitori, Lei sarebbe forte e coraggiosa a combattere eventuali critiche e attacchi.
Per quanto riguarda il secondo punto, Lei invece riferisce di nutrire dei dubbi relativamente alla relazione con quest'uomo, oltre al pensiero di non poter vivere altre esperienze d'amore se decide di costruire un legame serio con un uomo più grande. Questi dubbi la confondono ulteriormente e la fanno vacillare: si tratta dunque di fare chiarezza dentro si sé, di capire esattamente cosa Lei, Lara desidera: se continuare con questa relazione, se darsi del tempo, se davvero fare altre esperienza per non avere rimpianti poi.
E' importante fare chiarezza dentro di sé, per essere poi forte, certa e coraggiosa nell'eventuale decisione di costruire un qualcosa di serio e maturo con quest'uomo comunicandolo con serenità ai Suoi genitori.
Termino ora con i versi di una poesia, di un autore anonimo, invitandola davvero a fermarsi e a riflettere nel Suo profondo per provare a trovare alcune risposte dentro di Lei.
“Si dice che l'amore non ha età, non conosce la ragione né la razionalità. È il respiro più profondo e il senso di ogni cosa. Se l'amore è tutto questo, al diavolo la saggezza, ben venga un pizzico di follia. Sii abbastanza incosciente da rincorrere l'amore.”
In bocca al lupo!
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
Risposta accettata Pending Moderation
tutto parte dalle due persone interessate non è scritto che avendo la stessa età la si pensi allo stesso modo tiniamo conto delle famiglie di provenienza l'ambiente in cui hanno vissuto ,le loro esperienze l'educazione ricevuta gli esempi,che ha avuto ecc/ecc.una persona giovane puo essere più vecchia di un'altra con venti anni e più di lei lo dico x esperienza vissuta il principio è rispetto molta empatia un pizzico di sana follia
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 2
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 100 incontro individuale
€ 150 incontro di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos