Apri un dialogo nuovo

  1. e-mail
  2. Sherlock Holmes
  3. Psicologia
  4. Martedì, 16 Aprile 2013
Salve,
mi chiamo Linda e ho 18 anni. E’ strano che io scriva a qualcuno così apertamente ed è anche strano che io riesca a scrivere essendo una persona molto introversa e che tiene tutto dentro… Ebbene, è da quattro anni che tengo dentro un segreto che finora sanno solo i miei amici di classe, la prof di tedesco, la mamma del mio ex fidanzato e la mia migliore amica, la persona che mi sa capire più di tutti al mondo. A quel tempo io avevo quattordici anni ed ho scoperto una relazione tra mia madre e l’amico di famiglia. Io all’inizio non volevo crederci, ma dopo aver preso il cellulare e letto i messaggi ho capito che purtroppo dovevo farlo e non è stato facile. La prima reazione che ho avuto d’impulso è stata quella di prendere il numero di cellulare e di telefonare a questa persona per capire meglio chi fosse; la sera stessa mi recai ad una cabina telefonica e dalla voce dell’uomo capii che si trattava di lui. Ho sempre tenuto nascosto a mia madre questo segreto, anche perché non ho proprio il coraggio di parlarle apertamente per paura della sua reazione… la cosa strana è che mi chiedo se mio padre sappia o meno… a volte sembra di si, a volte no… l’unica che sa sono io e purtroppo mi accorgo di tutto e soffro. Soffro perché mi chiedo cosa aspetta mia madre a prendere in mano la situazione, ad assumersi le sue responsabilità e a dire che ama questa persona: così si sarebbe rovinata una famiglia, ma almeno lei sarebbe più felice… credo. Forse non lo fa per paura di perderci. Io ho una sorella più piccola di me e l’anno prossimo andrò via per studiare teatro a Roma, quindi lei rimarrebbe sola e chissà cosa succederà; avevo pensato che prima di andar via avrei parlato a mia madre, ma la paura domina tutto... e io non so che cosa fare.
Grazie per avermi ascoltata.

Linda (18 anni)
Risposta accettata Pending Moderation
Gentile Linda,
grazie della Sua mail e fiducia. Mi spiace della difficile situazione che sta vivendo e del doloroso segreto che si è tenuta dentro. Se oggi, a distanza di quattro anni, si domanda ancora cosa fare e ne soffre, forse è venuto il momento di affrontare la questione.
Paul Watzlawick, un grande psicologo, un giorno, in un convegno a cui ho partecipato, raccontò questa storiella: "Mario si continua a rigirare nel letto e non riesce proprio a prendere sonno. Sua moglie Laura gli chiede se c’è qualche problema e Mario risponde che è molto preoccupato perché l’indomani mattina avrebbe dovuto rendere una certa somma a Gianni, un loro conoscente, ma purtroppo non li ha ed è molto angosciato di come lui potrà reagire a questa notizia. Laura lo invita a cercare di non pensarci e rilassarsi. Mario ci prova, ma non ci riesce. Dopo più di un’ora in cui il marito si rigira nel letto Laura gli prepara una bella camomilla, prova a tranquillizzarlo e entrambi cercano di nuovo di prendere sonno… ma non c’è verso! Dopo un’altra ora di tentativi Mario è sempre più irrequieto. A questo punto Laura è esasperata e improvvisamente, nonostante sia notte fonda, alza il telefono e chiama Gianni dicendogli: “Mi spiace, domani mio marito non ti renderà i tuoi soldi perché non li ha”. Poi chiude la comunicazione e spiega al marito: “Ora noi possiamo dormire tranquilli, sarà Gianni adesso a rimanere sveglio preoccupato”. E finalmente, poco dopo, entrambi si addormentano."
Credo che possa essere importante che Lei parli finalmente con Sua mamma dicendole tutto quello che ha scoperto e chiedendole spiegazioni: non è lei, Linda, a dover star male per questa situazione e spetterà invece a Sua mamma, che la ha creata, cercare di gestirla ora in modo adeguato.
In bocca al lupo con affetto
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 120 seduta singola
€ 180 seduta di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos