Apri un dialogo nuovo

  1. Angela
  2. Psicologia
  3. Venerdì, 06 Settembre 2019
Gentile Dottore,
andavo in psicoterapia da un anno e mi trovavo benissimo, sin quando non ho fatto l'errore di mandare dalla stessa terapeuta una mia collega dell'università che stava attraversando un momento difficile. Mi ha fatto tenerezza e non ho pensato alle conseguenze di condividere lo psicologo con qualcuno, tantomeno la terapeuta mi aveva messo in allarme, anzi, aveva detto che potevo portare chiunque tranne il mio compagno.
Quando la mia amica ha iniziato ad andare dalla mia psicologa, mi ha confessato che spesso le capitava di parlare di me, delle difficoltà che aveva nel relazionarsi con me per varie ragioni, e che aveva chiesto dei consigli anche su come approcciarsi con me. In quel momento mi sono bloccata, non riuscivo più a vedere la mia psicologa come un porto sicuro, come una mia alleata, ma anzi, anche in terapia mi era sembrata molto più maliziosa e bacchettona nei miei confronti.
Ho raccontato alla psicologa di questo disagio, del fatto che non la vedessi più come mia alleata e lei mi ha detto che avevo reagito così poiché sono terrorizzata dalla paura del giudizio altrui, che era quindi un problema mio e che dovevo lavorare su me stessa perché dallo psicologo ognuno deve essere libero di parlare di ciò che vuole, quindi la mia amica legittimamente aveva esternato le sue difficoltà allo psicologo.
Non mi sono sentita capita e sono andata via.
Le chiedo: ma il problema è davvero mio? Chiunque continua a trovarsi a proprio agio sapendo che il proprio psicologo parla con gli altri dei suoi comportamenti?
Sono davvero io il problema o la mia psicologa mi avrebbe dovuto avvisare che si sarebbero potute verificare certe dinamiche?
Grazie per la risposta in anticipo.
Campi Personalizzati
28
Risposta accettata Pending Moderation
Buongiorno Angela,
grazie del Suo messaggio.
Generalmente è considerato poco opportuno che lo stesso psicoterapeuta segua individualmente due persone che fanno parte di una coppia, oppure hanno fra loro un legame di parentela o comunque un rapporto molto stretto, proprio per evitare il possibile insorgere di problemi come quelli che Lei purtroppo ha sperimentato sulla Sua pelle e descritto così chiaramente. Questo è un po’ il criterio generale, ma poi ogni terapeuta di fatto si regola come ritiene più opportuno, spesso valutando anche caso per caso.
Nel Sua situazione specifica, sicuramente non ha aiutato che la Sua amica Le riferisse che “chiedeva dei consigli” alla psicologa su come approcciarsi con Lei. Tra l’altro, il ruolo dello psicologo non è quello di “dare consigli”, ma di aiutare efficacemente il paziente a comprendere meglio e più in profondità i propri stati d’animo e bisogni, per arrivare a prendere lui stesso le proprie scelte, in modo più consapevole, autonomo e sereno.
Lei ha fatto sicuramente bene a parlare subito alla Sua psicologa del disagio che provava e, da quanto scrive, sarebbe stato importante che potesse sentirsi più accolta dalla Sua psicologa nel proprio, più che legittimo, vissuto. Il primo passo da fare sarebbe stato, a mio parere, riconoscere la delicatezza e complessità della situazione che si era venuta a creare, chiarendo eventuali dubbi e timori e magari cercando insieme un modo diverso di gestire le cose. Solo dopo questo passaggio imprescindibile, sarebbe stato utile e prezioso esplorare più in profondità il Suo stato d’animo, capire se già in passato qualche volta si era sentita così e quali Sue fatiche o insicurezze si errano magari andate a riattivare in questa situazione, per poter poi magari lavorare insieme anche su questi temi.
Un cordiale saluto.
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. 4 settimane fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta

Perchè scegliere noi?

3 buoni motivi per affidarsi allo Studio Kaleidos
 

1. Ascolto

La prima cosa che vi offriremo sarà un sorriso, il desiderio di conoscere la Vostra storia e la voglia di stare ad ascoltarVi fino in fondo.

2. Professionalità

Qui lavorano solo psicologi-psicoterapeuti esperti, aggiornati e appassionati, che seguono scrupolosamente il Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

3. Efficacia

Conosciamo e usiamo le tecniche più moderne, affidabili e di validità dimostrata per produrre cambiamenti efficaci, profondi e duraturi.

Mettiti in contatto con noi

Contattateci liberamente, saremo felici di sentirvi e darvi tutte le informazioni che desiderate per fissare un eventuale primo appuntamento, ma non forniamo consulenze telefoniche o via email.

Contattaci

Contatta subito lo Studio Kaleidos

Indirizzo

Via Alessandro Stradella, 9
zona Porta Venezia - Milano

Approfondisci

Orari di apertura

Lunedì - Venerdì
9.00 - 19.00
Sabato
10.00 - 19.00

Approfondisci

Costi

€ 120 seduta singola
€ 180 seduta di coppia o familiare

Approfondisci

Contatti

Telefono
02 29526852
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approfondisci

Ti ringraziamo per essere venuto a trovarci, rimani aggiornato sulle novità di Studio Kaleidos