1. e-mail
  2. Sherlock Holmes
  3. Psicologia
  4. Martedì, 16 Aprile 2013
Salve! Mi chiamo Chiara, ho 21 anni, la passione per la cucina e sono molto insoddisfatta di me.
L'unica cosa positiva nella mia vita è adesso la mia relazione di oltre un anno con un ragazzo angelico. Non mi piaccio fisicamente e, a volte, passo periodi davvero brutti. Mi guardo e vorrei essere diversa… Mi consolo col cibo, ma poi esagero e mi punisco inducendomi il vomito o provando a digiunare… Ho molti amici, ma mi sento sempre fuori luogo e inadeguata, inferiore agli altri. Non mi piace giurisprudenza, ma l'ho scelta perché non sapevo cos'altro fare (mia madre mi convinse che le lingue non mettono il piatto a tavola) e non ho il coraggio di mollare al quarto anno e di fare quello in cui sono brava e che mi gratifica!
Ho bisogno di stare bene. Come si fa ad eliminare la sensazione di valere meno di zero?

Chiara (21 anni)
Risposta accettata Pending Moderation
Gentile Chiara, grazie della Sua mail. Scrive che l’unica cosa positiva in questo momento della Sua vita è la relazione con il Suo ragazzo. Di quali aspetti di Lei si è innamorato il Suo ragazzo? Che cosa ama in Lei? Perché sta con Lei e come pensa che lui La descriverebbe? Provi a vedere se stessa attraverso gli occhi del Suo ragazzo! Poi usi la Sua passione per la cucina per scrivere nel dettaglio la “ricetta” che attualmente usa quotidianamente per continuare a star male. Quale può essere invece la Sua personale “ricetta” per la felicità? Bastano gli stessi “ingredienti”, magari in quantità diverse? Se è necessario “cucinarli” in modo diverso, qual è una persona esperta in questo tipo di “cucina” da cui può imparare? E se servono anche ingredienti nuovi, come li può acquisire? Adesso ripensi a tutti i momenti più belli della Sua vita riguardandoli ad uno ad uno come in un film e, mentre lo fa, provi un profondo senso di gratitudine per ciò che Lei ha vissuto e ciò che Lei è. Poi immagini nei dettagli come vuole che sia il Suo futuro, un futuro particolarmente bello, da qui a 5 anni. Quando Lei avrà 26 anni che aspetto fisico vuole avere? Che relazione di coppia desidera vivere? Quali amicizie? Che tipo di lavoro starà facendo a 26 anni che la soddisfa pienamente? Lo immagini nei dettagli! Dove abiterà? In che modo starà coltivando le Sue passioni a 26 anni? Tornando al presente dopo questo breve “viaggio nel futuro” provi a seguire 3 semplici passi: 1)Guardi alle cose per quello che sono, non peggio di quello che sono. 2)Provi a vedere le cose meglio di ciò che sono. 3)Trasformi questo in realtà, attraverso azioni concrete a partire da ORA. La prima azione concreta è stata scrivere questa mail. La prossima azione da compiere ora è fissare un appuntamento con uno psicologo che La possa guidare e supportare nel raggiungere i Suoi obiettivi in modo rapido ed efficace. Buon cammino!
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Ospite
La tua risposta