1. Paolo
  2. Psicologia
  3. Venerdì, 06 Luglio 2018
Buonasera, sono un ragazzo di 26 anni e 12 anni fa stavo con una ragazza che mi è stata molto di aiuto, una storia di appena due mesi ma durante questi 12 anni io ho avuto altre ragazze ma lei sempre in mente, adesso sto con una ragazza da 3 anni e ripenso troppo spesso alla mia ex di 12 anni fa… continuo a pensare che lei sola può colmare il vuoto che ho, che nella mia vita è indispensabile come amore, amica qualunque cosa ma mi serve nella mia vita, ho bisogno di lei e provo anche dei sentimenti forti al punto di non vedere nient'altro che lei se la incontro per strada, cosa successa questo inverno, sento il suo profumo, il caldo di quell' estate anche quando sento una canzone di quei periodi. Io non so come gestire la situazione…
Campi Personalizzati
26
Risposta accettata Pending Moderation
Buonasera Paolo,
grazie della Sua mail, da cui traspare un grande struggimento e tormento interiore.
Le devo dare una pessima notizia, che forse in parte conosce già. Purtroppo in realtà la quattordicenne con cui è stato due mesi 12 anni fa non esiste più, se non nella Sua fantasia: ora esiste solo una ventiseienne che probabilmente è per Lei sostanzialmente una sconosciuta e che ha ben poco a che fare con la quattordicenne di cui si è innamorato allora.
La domanda che ci possiamo fare è in che modo essere follemente innamorato di una ragazza immaginaria che non esiste nella realtà Le serve in questo momento della Sua vita e da cosa La protegge. A volte immaginare una vita fantastica parallela è una risorsa fondamentale per evadere da una quotidianità per qualche aspetto frustante o insoddisfacente e ci dà comunque una speranza di cui abbiamo magari un profondo bisogno.
Avere un obiettivo, una speranza o un sogno è qualcosa di importantissimo, che ci permette di crescere, migliorare, appassionarci e dare il meglio di noi stessi. Probabilmente c’è una vita molto più piena e soddisfacente di quella che sta attualmente vivendo che realmente aspetta Lei, Paolo, ma corre il rischio di passarle di fianco senza riconoscerla, solo perché si aspetta che abbia le sembianze di quella fugace relazione vissuta da ragazzo.
Le consiglio di rivolgersi di persona ad uno psicoterapeuta insieme a cui scoprire cosa di così essenziale e attraente rappresenta per Lei il fantasma di quella quattordicenne, perché è diventato così importante per Lei e come poterlo raggiungere realmente nella Sua vita.
In bocca al lupo!
Dott. Claudio Sessa Vitali psicologo specializzato in psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale ed E.M.D.R.

Tel. 02-29526852 e Cell. 347-8003203
  1. più di un mese fa
  2. Psicologia
  3. # 1
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora delle risposte per questo dialogo.
Paolo
La tua risposta